1/7

Mantra Yoga

Nuovo corso di Mantra Yoga

 

condotto da Marcella Candilera

 

Il corso di Mantra Yoga si articola in diversi incontri tutti i lunedì dalle 10.30 alle 12.

Vieni a provare una

lezione di prova gratuita!

 

 

 

 

 

 

IMG_6843.jpg

 

La parola Mantra deriva dal sanscrito dell’India antica e definisce una pratica spirituale la cui origine si perde nella notte dei tempi. Significa letteralmente ‘salvare la mente dalla sofferenza e dalla malattia’ e per la precisione è composta da due suffissi:

MAN che significa mente, pensiero, intelletto, atto del pensare, respiro, anima

TRA che significa che libera, che compie, che agisce, che protegge.

E’ prevista dunque un’azione, un vero e proprio atto di volontà sostenuto dall’intenzione di trascendere la dualità del piano terreno attraverso lo Yoga, ovvero ‘l’unione col Divino’. 

 

 Durante la pratica del mantra yoga la nostra mente fà di tutto per suggerirci che la ripetizione è noiosa e che stiamo perdendo il nostro preziosissimo tempo in un’azione ossessiva ed inefficace.

Questo opporre resistenza dall’interno avviene perché in realtà la mente seduta sul trono della nostra esistenza vigila costantemente sui suoi domini e non ha alcuna intenzione di essere spodestata. In questo modo può continuare a governare ogni nostra attività spesso in alleanza ad eserciti di inutili pensieri circolari negativi che cristallizzano in preoccupazioni cariche di ansia.

Chi pratica il mantra yoga sa che una volta superata questa fase iniziale, il mantra diventa una chiave per aprire la via d’accesso all’infinito spazio interiore, finalmente silenzioso e tanto creativo quanto inesplorato.

Si tratta di un processo graduale che diventa efficace quando è saturato dalla giusta intenzione ovvero la capacità di evocare dalle profondità dell’essere quel potere (già insito nel subconscio dell’uomo) di ‘stare’ nel momento presente con una intensità tale da rimuovere i blocchi, aprendo il cuore e ricreando il futuro fuori dai soliti schemi.

 

Il sistema respiratorio, necessario all’uso della voce in generale, spesso subisce blocchi ed alterazioni al suo ritmo naturale dovute all’accumulo di stress ed emozioni negative con conseguenze inevitabili sulla fonazione. La voce umana è un atto di presenza, come dire ‘io ci sono, sono qui’, la testimonianza del respiro che ci anima, una manifestazione della vita dentro di noi che esprime la verità assoluta del suono, il nostro suono.

Respirare-usare la voce-emettere suoni è il primissimo atto spontaneo del neonato, e per questo nella parola stessa MAN-TRA è già implicito un universo simbolico di contenuti che, aldilà di lunghe spiegazioni intellettuali, soltanto la pratica ci può rivelare.

 

"Il Mantra Yoga è uno dei sentieri verso la Realizzazione del Sé".

Il Mantra origina con la creazione del mondo.

La Coscienza Suprema si manifesta come energia (luce e suono).

Le vibrazioni sonori si manifestano negli stati coscienziali di veglia, sogno e sonno, simbolizzati dalle lettere A,U,M (OM), diventando cosi l'OM il Mantra per eccellenza.

 

Da un altro punto di vista , possiamo concepire come i mantra  hanno origine nelle prime invocazioni di aiuto dell'uomo primitivo contro gli elementi naturali, che sono stati vissuti come minaccia alla vita ed esperiti con paura. Cosi le divinità dell'acqua, fuoco, aria, pioggia, fulmine, etc... vengono invocati con preghiere/Mantra.Mantra è il suono che porta (trayate) la mente (manas), oltre la consapevolezza corporea e quella mentale, verso la coscienza spirituale.

 

La pratica del Mantra unisce la mente al cuore facendo nascere una nuova coscienza, quella intuitiva/esperienziale/totale.

 

Nella pratica, ci sono vari fasi:

 

- ascolto dei Mantra cantati

- recitazione/canto dei Mantra

- recitazione interiore dei Mantra

- ascolto interiore  dei Mantra."

 

 

 

 

Mantra & Canto

Canti sacri dell'India

con Marcella Candilera

La voce è la nostra energia di base.

I mantra sono strumenti antichissimi di consapevolezza, ce ne sono di specifici per ogni situazione della vita, per ogni momento dell’anno, per ogni parte del corpo.

La voce che canta e ripete le parole di un mantra può essere percepita come l’eco della nostra anima che cerca una via verso la luce, verso l’essenza delle cose.

Ogni voce è unica ed irripetibile come una pianta profondamente radicata nel suolo delle esperienze personali. La pratica del canto la rende capace di insospettabili fioriture che ne rivelano la vera natura e liberano l’essere che giace dormiente sul fondo del linguaggio parlato.

Attraverso l’uso naturale e volontario della voce nel canto dei mantra andiamo a stimolare le correnti praniche che mettono in comunicazione tutti i livelli dell’essere ricaricando il corpo e la mente ed elevando lo spirito al senso dell’armonia insita nell’universo tanto quanto nella complessità del nostro carattere.

 

Marcella Candilera

si laurea in architettura con lode nel ’93 e subito dopo si diploma in canto lirico al conservatorio A. Casella de L’Aquila.

L’abilità vocale e musicale acquisita attraverso il lungo tirocinio le consente di alternare con successo la carriera da cantante solista al lavoro col Coro dell’Accademia di St. Cecilia a Roma con cui stringe un’intensa collaborazione per dieci anni.

Parallelamente da oltre vent’anni si è specializzata nella conduzione di mantra cantando e suonando l’armonium per gruppi di meditazione yoga anche molto numerosi.

Grazie al bagaglio di esperienza acquisita sul senso della musica in ambiti professionali tanto diversi ha affinato un orecchio per l’insegnamento capace di portare i suoi allievi ad un uso naturale della propria voce unitamente alla riscoperta della personalità con la pratica del canto.   

 

 

Il punto di contatto tra suono, parola, colore e musica si esplica nelle sue creazioni pittoriche e letterarie in linguaggio su vari livelli di comunicazione utili per veicolare elementi didattici, poetici ed estetici.

Nel 2012 espone una personale di acquarelli, olii e dipinti su strisce di tela e scrive il libro ‘storie di donne’

 
 

Mantra

Lokah Samastah Sukhino Bhavantu

 

Possano essere felici gli esseri di tutti mondi

Gayatri mantra

 

" Om Bhur Bhuvasvaha,

Tat Savitur Varenyam

Bhargo Devasya Dimahi,

Diyoyona Prachodayath"

 

Meditiamo sullo splendore glorioso della luce Divina,

Origine di terra, spazio e cieli.

Possa Essa illuminare i raggi del nostro intelletto

Nel suo sforzo di ricerca della verità suprema.

Peace mantra

 

" Asatoma Sadgamaya,

Tamasoma Jyotirgamaya

Mrtyorma Amrtam Gamaya,

Shanti, shanti, shanti"

 

Guidami dal non reale al reale,

dall'oscurità alla luce,

dalla morte all'Immortalità"

Maha Mrityunjaya mantra

 

" Om Trayambakam Yajamahe,

Sughandim Pushtivardhanam

Urkarukamiva Bhandhanan,

Mrtyor mukshi amammritat"

 

Noi adoriamo l'Onnivedente.

Egli nutre tutto e tutti senza limiti

e libera tutti dai legami vincolanti.

possa io essere libero dalla (paura) della morte.

 

Mantra della conoscenza cosmica

 

"Om Purnamadah Purnamidam
Purnat Purnamudachyate
Purnasya Purnamadaya
Purnamevavasishyate
Om Santih Santih Santih!"

 

 

L’invisibile (Brahman) è la pienezza; il visibile (il mondo) è anch’esso pienezza.
Dalla pienezza (Brahaman) è venuta la pienezza (l’universo visibile).
La pienezza (Brahaman) rimane la stessa anche dopo che la pienezza (l’universo visibile) è venuto fuori dalla pienezza (Brahaman).


 

Mantra dell’armonia

 

 

"TVAMEVA MATA CHA PITA TVAMEVA

TVAMEVA BANDHU CHA SAKHA TVAMEVA

TVAMEVA VIDYA DRAVINAM TVAMEVA

TVAMEVA SARVAM MAMA DEVA DEVA"

 

 

 

Tu sei mia madre e mio padre,

Tu sei la mia famiglia e il mio amico,

Tu sei la mia conoscenza e il mio benessere,

Tu sei il mio tutto, dio degli dei

 


 

Raghupati Raghava Raja Ram

 

 

 

“Raghupati Raghava Raja Ram, Patita Pavana Sita Ram,

Sita Ram, Sita Ram Bhaj Pyaree tu Sita Ram

Raghupati Raghava Raja Ram, Patita Pavana Sita Ram,

Isavar Allah Tero Nam, Sabco Sanmati de Bhagawan

Raghupati Raghava Raja Ram, Patita Pavana Sita Ram”

 

 

“Principe della famiglia di Raghu, Signore Rama, Sollevatore dei caduti Sita e Rama

Sita e Rama, Sita e Rama, oh miei cari, lodate Sita e Rama

Principe della famiglia di Rahgu…..

Isvara e Allah sono ambedue tuoi nomi,Signore benedici tutti con la Tua saggezza

Principe della famiglia di Raghu……”

 


 

Guru Maat Pita

 

 

“Guru Maat Pita, Guru bandhu sakha

Tere charan me Swami Meri Khoti Pranam”

 

 

 

“Il Guru è madre, padre, parente, amico di cuore

Swami pongo i miei umili saluti ai tuoi piedi”

 


 

   Studio Corpo e Psiche,2013

  • facebook-square